il deserto fiorirà

chi siamo

Per capire

E-mail Stampa PDF

Per capire il nostro spirito guarda il video su questo link:

http://www.youtube.com/watch?v=YIFDlYqtXDA

 

l'uomo che piantava alberi

 

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 02 Settembre 2013 09:48 )
 

Il logo: il sole sul mondo, un fiore nel deserto

E-mail Stampa PDF

  Contempla il LOGO "Il deserto fiorirà" ... Cosa vedi? 


 

L'alba su un nuovo mondo,

o un fiore nel deserto? 

 

un mondo attraversato da una strada,

 o un mondo tagliato a metà?

 

 

 

Il logo è stato disegnato da Andrea, un ragazzo fantastico. Il logo evoca molti significati: l'alba sul mondo è luce di risurrezione.

 

Ma è anche un fiore che nasce dal deserto e diventa segno di speranza in un mondo diviso, spaccato a metà.

 

Allora la spaccatura è una strada, e la strada diventa una opportunità ...

 

Allora il deserto diventa giardino, allora la spaccatura è una strada appianata, allora tutto diventa una possibilità ...

 
Ultimo aggiornamento ( Venerdì 18 Gennaio 2013 15:57 )
 

Come fare una donazione

E-mail Stampa PDF

Associazione «Il deserto fiorirà»
Via Brunelleschi 6 – 37138 Verona
CF 93201230237.
 

L’Associazione è APS (Associazione di promozione sociale riconosciuta dalla regione); non ha fine di lucro ed è costituita con uno scopo formativo orientato allo sviluppo integrale della persona, attraverso la conoscenza della Bibbia e il dialogo interculturale e interreligioso, nonché con attività affini, secondo la normativa vigente (Art. 1 - Natura).
In tal senso il Consiglio di amministrazione predispone ogni strumento ritenuto idoneo a progettare attività conformi alle finalità di cui sopra.

Codice IBAN: IT02I0503411723000000102733

Causale: «donazione».

 

 

L'associazione nasce il 2 maggio 2008

E-mail Stampa PDF

«Il deserto fiorirà»

Associazione APS (Associazione di Promozione Sociale)

Iscritta al registro regionale delle associazioni di promozione sociale

STATUTO

 

ART. 1

(Denominazione e sede)

1. È costituita, nel rispetto del Codice Civile e della normativa in materia, l’associazione di promozione sociale denominata: “IL DESERTO FIORIRA’”, con sede in Verona.

ART. 2

(Finalità)

1.   L’associazione è apartitica, non ha scopo di lucro e svolge attività di promozione e utilità sociale.

2.   I proventi delle attività non possono, in nessun caso, essere divisi tra gli associati, anche in forma indiretta.

3.  Le finalità che si propone sono in particolare:

a) Promuovere una formazione orientata allo sviluppo integrale della persona, attraverso la conoscenza della Bibbia e il dialogo interculturale e interreligioso;

b) Perseguire finalità di solidarietà civile, culturale e sociale volte alla promozione dell'aggregazione,  nel pieno rispetto della libertà e dignità degli associati.

c) Favorire la formazione dei singoli e dei gruppi mediante un progetto di educazione integrale e permanente fondato sui valori evangelici e sulla visione cristiana dell'uomo e della società;

d) Dare impulso al dialogo e alla collaborazione con le famiglie, con le realtà ecclesiali, con le istituzioni civili e con gli organismi sociali.

e) Realizzare esperienze di animazione culturale e di servizio sociale tendenti a valorizzare la vita e la storia con riferimento costante alla Bibbia;

f) Organizzare attività tese a promuovere la conoscenza e la diffusione della cultura dei luoghi legati alla storia e alla terra biblica;

g) Promuovere attività di formazione culturale e poter partecipare ai programmi di formazione previsti dalla normativa mondiale, comunitaria, nazionale, regionale, provinciale e comunale.

h) Porre attenzione alle istanze delle fasce sociali più deboli, curando iniziative e attivando strutture idonee alla prevenzione e al superamento delle situazioni di disagio.

i) Instaurare ogni forma di collegamento e collaborazione con enti pubblici e/o privati, italiani e stranieri, che non siano in contrasto con la natura dell'Associazione.

j) L’esercizio dell’attività senza scopo di lucro consistente nell’acquisto collettivo e distribuzione di beni, con particolare riferimento ai prodotti biologici, naturali ed eco-compatibili nonché, quale scopo prioritario dell’attività, il perseguimento delle finalità etiche, di solidarietà sociale e di sostenibilità ambientale. 

ART. 3

(Soci)

1. Sono ammessi all’Associazione tutte le persone fisiche che ne condividono gli scopi e accettano il presente statuto e l’eventuale regolamento interno.

2. L’organo competente a deliberare sulle domande di ammissione è il Consiglio Direttivo. Il diniego va motivato. Il richiedente, nella domanda di ammissione dovrà specificare le proprie complete generalità impegnandosi a versare la quota associativa.  

3. Ci sono 3 categorie di soci:

ordinari (versano la quota di iscrizione annualmente stabilita dall’Assemblea)

sostenitori (oltre la quota ordinaria, erogano contribuzioni volontarie straordinarie)

benemeriti (persone nominate tali dall’Assemblea per meriti particolari acquisiti a favore dell’Associazione).

4. Non è ammessa la categoria dei soci temporanei. La quota associativa è intrasmissibile.

ART. 4 

(Diritti e doveri dei soci)

1.  I soci hanno diritto di eleggere gli organi sociali e di essere eletti negli stessi.

2.  Essi hanno diritto di essere informati sulle attività dell’associazione e di essere rimborsati per le spese effettivamente sostenute nello svolgimento dell’attività prestata.

3. I soci devono versare nei termini la quota sociale e rispettare il presente statuto e l’eventuale regolamento interno.

4. Gli aderenti svolgeranno la propria attività nell’associazione prevalentemente in modo personale, volontario e gratuito, senza fini di lucro, anche indiretto, in ragione delle disponibilità personali.

ART. 5

(Recesso ed esclusione del socio)

1.  Il socio può recedere dall’associazione mediante comunicazione scritta al Consiglio direttivo.

2. Il socio che contravviene ai doveri stabiliti dallo statuto può essere escluso dall’Associazione.

3. L’esclusione è deliberata dall’Assemblea con voto segreto e dopo avere ascoltato le giustificazioni dell’interessato. E’ comunque ammesso ricorso al giudice ordinario. 

ART. 6

(Organi sociali)

1.  Gli organi dell’associazione sono:

-  Assemblea dei soci;

-  Consiglio direttivo;

-  Presidente.

2. Tutte le cariche sociali sono assunte e assolte a totale titolo gratuito. 

ART. 7

(Assemblea)

1.  L’Assemblea è l’organo sovrano dell’associazione ed è composta da tutti i soci.

2.  E’ convocata almeno una volta all’anno dal Presidente dell’associazione o da chi ne fa le veci mediante avviso scritto da inviare almeno 10 giorni prima di quello fissato per l’adunanza e contenente l’ordine del giorno dei lavori;

3.  L’Assemblea è inoltre convocata a richiesta di almeno un decimo dei soci o quando il Consiglio direttivo lo ritiene necessario.

4.  L’Assemblea può essere ordinaria o straordinaria. E’ straordinaria quella convocata per la modifica dello statuto e lo scioglimento dell’associazione. E’ ordinaria in tutti gli altri casi.

ART. 8

 (Compiti dell’Assemblea)

L’assemblea deve:

- approvare il rendiconto conto consuntivo e preventivo;

- fissare l’importo della quota sociale annuale;

- determinare le linee generali programmatiche dell’attività dell’associazione;

- approvare l’eventuale regolamento interno;

- eleggere il Presidente e il Consiglio Direttivo;

- deliberare su quant’altro demandatole per legge o per statuto, o sottoposto al suo esame dal Consiglio direttivo.

ART. 9

(Validità Assemblee)

1. L’assemblea ordinaria è regolarmente costituita in prima convocazione se è presente la maggioranza degli iscritti aventi diritto di voto; in seconda convocazione, da tenersi anche nello stesso giorno, qualunque sia il numero dei presenti, in proprio o in delega.

2. Non sono ammesse più di due deleghe per ciascun aderente.

3. Le deliberazioni dell’assemblea ordinaria vengono prese a maggioranza dei presenti e rappresentati per delega, sono espresse con voto palese tranne quelle riguardanti le persone e la qualità delle persone (o quando l’Assemblea lo ritenga opportuno).

4. L’assemblea straordinaria approva eventuali modifiche allo statuto con la presenza di 2/3 dei soci e con decisione deliberata a maggioranza dei presenti; scioglie l’associazione e ne devolve il patrimonio col voto favorevole di  ¾ dei soci. 

ART. 10

(Verbalizzazione)

1. Le discussioni e le deliberazioni dell’assemblea sono riassunte in un verbale redatto dal segretario e sottoscritto dal presidente.

2. Ogni socio ha diritto di consultare il verbale e di trarne copia.

ART. 11

(Consiglio direttivo)

1.  Il consiglio direttivo è composto da numero 5 membri eletti dall’assemblea tra i propri componenti.

2.  Il consiglio direttivo è validamente costituito  quando è presente la maggioranza dei componenti.

3.  Il Consiglio direttivo compie tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione non espressamente demandati all’Assemblea; redige e presenta all’assemblea il rapporto annuale sull’attività dell’associazione, il rendiconto consuntivo e preventivo.

ART. 12

(Presidente)

1.  Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’associazione, presiede il Consiglio direttivo e l’assemblea; convoca l’assemblea dei soci e il Consiglio direttivo sia in caso di convocazioni ordinarie che straordinarie. 

ART. 13

(Risorse economiche)

1. Le risorse economiche dell’organizzazione sono costituite da:

a) contributi e quote associative;

b) donazioni e lasciti;

c) ogni altro tipo di entrate ammesse ai sensi della L 383/2000.

2. L’associazione ha l'obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

3. L'associazione ha il divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili e avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'organizzazione, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate a favore di altre organizzazioni che per legge, statuto o regolamento fanno parte della medesima ed unitaria struttura.

 

ART. 14

(Rendiconto economico-finanziario)

1. Il rendiconto economico-finanziario dell’associazione è annuale e decorre dal primo gennaio di ogni anno. Il conto consuntivo contiene tutte le entrate e le spese sostenute relative all’anno trascorso. Il conto preventivo contiene le previsioni di spesa e di entrata per l’esercizio annuale successivo.

2. Il rendiconto economico-finanziario è predisposto dal Consiglio direttivo e approvato dall’assemblea generale ordinaria con le maggioranze previste dal presente statuto, depositato presso la sede dell’associazione almeno 20 gg. prima dell’assemblea e può essere consultato da ogni associato.

3. Il conto consuntivo dev’essere approvato entro il 30 aprile dell’anno successivo alla chiusura dell’esercizio sociale.

 

ART. 15

(Scioglimento e devoluzione del patrimonio)

L’eventuale scioglimento dell’Associazione sarà deciso soltanto dall’assemblea con le modalità di cui all’art. 9 ed in tal caso, il patrimonio, dopo la liquidazione, sarà devoluto a finalità di utilità sociale.

 

ART. 16

(Disposizioni finali)

Per tutto ciò che non è espressamente previsto dal presente statuto si applicano le disposizioni previste dal Codice civile e dalle leggi vigenti in materia.

 

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 13 Ottobre 2011 19:16 )
 

Siamo e non siamo

E-mail Stampa PDF
 

Siamo una tribù, ma non siamo uniti da legami di sangue.

Siamo un gruppo, ma non sono le convergenze di idee il nostro forte.

Siamo amici, ma non è solo questione di affetto.

Siamo creativi, ma quanto basta.

Ci piace viaggiare, ma con un certo stile.

Ci piace discutere, ma solo se serve.

Ci piace la Parola, perchè ha sempre qualcosa di nuovo da raccontare.

Ci piace mangiare, perchè possiamo condividere più del cibo: solo ed esattamente quello che siamo. 

 

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 13 Luglio 2011 16:33 )
 
hide